Chi siamo

L’Istituto Comprensivo “Capuana – Pardo”, nato l’1/09/2014 dal dimensionamento del Terzo Circolo Didattico e dell’ Istituto Comprensivo ”G. Pardo”, insiste su tutto il territorio di Castelvetrano – Selinunte. Il contesto ambientale risulta molto variegato: in esso, infatti, convivono diverse realtà e differenti organizzazioni economico-produttive. Ad un’utenza più emancipata e culturalmente motivata, se ne
contrappone una deprivata e caratterizzata da notevoli carenze culturali ed economiche che condizionano pesantemente il percorso scolastico-formativo dei ragazzi, con una scarsa attitudine all’ascolto, all’autocontrollo e con una ridotta capacità  di concentrazione e motivazione a forte rischio di dispersione
scolastica. La scuola intende rispondere alle diverse esigenze dei suoi bacini d’utenza, operando affinché le potenzialità lavorative si attualizzino grazie ad un serio supporto conoscitivo e formativo, ripristinando così la tessera mancante per un reale e concreto sviluppo economico- sociale. 
Puntare sulla competenza, conoscenza e salvaguardia delle tradizioni e del patrimonio storico e ambientale, può e deve  rappresentare la chiave di volta per un effettivo sviluppo socio – economico-culturale del paese.

L’Istituto Comprensivo ” Capuana -Pardo ”, dopo aver prestato attenzione ai bisogni della realtà locale in cui si trova ad operare e tenuto conto delle Indicazioni Nazionali 2012, delle novità introdotte dalla legge 107/2015, ha elaborato un Piano dell’Offerta Formativa triennale, atto a fornire opportunità  che diano risposte adeguate alle criticità evidenziate dal RAV, attraverso:

gli approcci multipli e pluriprospettici: che impongono alla scuola di modificare non solo continuamente i contenuti dell’insegnamento / apprendimento e di mettere in discussione l’assetto disciplinare (considerati anche gli esiti della ricerca epistemologica che prefigura la possibilità di nuove aggregazioni delle discipline scolastiche), ma di  passare ad una scuola aperta, impegnata nella ricerca interdisciplinare e transdisciplinare, che assicuri e garantisca agli utenti continuità fattiva nelle tappe fondamentali della
loro crescita culturale e umana, e offra le condizioni per una collaborazione sinergica tra gli insegnanti.

gli apprendimenti significativi: una Programmazione dove conoscenze e abilità diventano occasioni per lo sviluppo globale dell’allievo e accrescono in maniera armonica le capacità intellettuali, estetico- espressive, motorie, operative, sociali, morali e religiose. La personalizzazione dei percorsi: piani individualizzati, calibrati in funzione delle differenti età ed esigenze, e organizzati nell’ambito del curricolo d’Istituto, che rappresenta la nervatura significativa per lo sviluppo delle competenze.

Una scuola, quindi, dove:
– partecipazione e coinvolgimento;
– conoscenza condivisa (scambio, confronto, collaborazione, costruzione);
– individualizzazione;
diventano i cardini su cui si costruisce e si promuove la formazione del cittadino responsabile che sia in grado di interagire produttivamente con la realtà in cui si trova ad operare; essendo il “Capuana – Pardo” un Istituto comprensivo bisogna operare una distinzione fra gli ordini di scuola come si trova nelle Indicazioni Nazionali del 2012.

Così la scuola dell’infanzia si rivolge a tutte le bambine e i bambini dai 3 ai 6 anni di età ed è la risposta al loro diritto all’educazione e alla cura, in coerenza con i principi di pluralismo culturale ed istituzionale
presenti nella Costituzione della Repubblica, nella Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza e nei documenti dell’Unione europea. Essa si pone la finalità di promuovere nei bambini lo sviluppo dell’identità, dell’autonomia, della competenza e li avvia alla cittadinanza. (…) Tali finalità sono
perseguite attraverso l’organizzazione di un ambiente di vita, di relazioni e di apprendimento di qualità, garantito dalla  professionalità degli operatori e dal dialogo sociale ed educativo con le famiglie e la comunità. Il primo ciclo d’istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. Ricopre un arco di tempo fondamentale per l’apprendimento e lo sviluppo dell’identità degli alunni, nel quale si pongono le basi e si acquisiscono gradualmente le competenze indispensabili per continuare ad apprendere a scuola e lungo l’intero arco della vita.
La finalità del primo ciclo è l’acquisizione delle conoscenze e delle abilità fondamentali per sviluppare le competenze culturali di base nella prospettiva del pieno sviluppo della persona. Per realizzare tale finalità la scuola concorre con altre istituzioni alla rimozione di ogni ostacolo alla frequenza; cura l’accesso facilitato per gli alunni diversamente abili; previene l’evasione dell’obbligo scolastico e contrasta la dispersione; valorizza il talento e le inclinazioni di ciascuno; persegue con ogni mezzo il miglioramento della qualità del sistema di istruzione.
In questa prospettiva la scuola pone particolare attenzione ai processi di apprendimento di tutti gli alunni e di ciascuno di essi, li accompagna nell’elaborare il senso della propria esperienza, promuove la pratica consapevole della cittadinanza.